• facebook
  • flickr
  • foursquare
  • google
  • pinterest
  • twitter
  • youtube
Viaggiare in autunno: le mete ideali per il “turismo del Foliage”

Viaggiare in autunno: le mete ideali per il “turismo del Foliage”

  • 24 settembre 2015

Viaggiare in autunno potrà forse sembrarvi strano, ma, se d’estate non ci si può muovere dall’ufficio, l’autunno è la stagione ideale per prendersi quel piccolo break da quale si uscirà rinati, come nuovi, pronti ad immergersi nel proprio lavoro.

E dove si potrà andare mai, se si decide di viaggiare in autunno, vi starete chiedendo. Ebbene, sappiate che, negli ultimi anni, si è espanso a vista d’occhio il cosiddetto turismo del Foliage: un fenomeno incredibile, che spinge migliaia di persone a viaggiare in autunno per ammirare e vivere l’atmosfera magica della natura in questo periodo dell’anno. Un momento davvero spettacolare per viaggiare, soprattutto se amate i colori di boschi e foreste che, abbandonato il verde, si vestono di giallo e rosso.

L’aspetto migliore del turismo del Foliage, tra l’altro, è che quasi in ogni angolo del pianeta ci sono spettacolari scorci che possono rendere felici gli amanti dell’autunno.

Partendo dal Nord America, ad esempio, i paesaggi migliori li troverete sulle rive del lago St. Peter, in Canada, e negli Stati Uniti, nello splendido New England e a Central Park. Se, invece, vi trovate a viaggiare in autunno nel magico Oriente, le mete migliori saranno la Valle del Jiuzhaigu, in Cina, e Kyoto, in Giappone.

Se, infine, la vostra meta autunnale è l’Europa, avete l’imbarazzo della scelta. Potete partire dalla Germania, dove vi aspetta la Valle del Reno, terra di colline e vigneti, le cui calde tonalità renderanno le passeggiate nei pressi del Castello di Katz ancora più romantiche. Da qui potreste spostarvi in Francia, nella bellissima Parigi, per ammirare gli alberi rossastri che coronano la Senna.  Non dimenticatevi delle Highlands della Scozia che in ottobre ospitano The Enchanted Forest, spettacolo di luci e suoni nei boschi attorno a Pitlochry, che vi porterà a passeggiare nella natura che arrossisce di giorno e a dormire tra fate, elfi e folletti di sera. E ancora, potreste lasciarvi stupire da Großer Ahornboden, in Austria, un grande bosco di aceri che, in autunno, colora di rosso tutta la valle. Davvero magico, inoltre, è il foliage a Connemara, in Irlanda, terra aspra e selvaggia in inverno, ma dolce e romantica come non mai in autunno.

Ed eccoci, infine, all’Italia! A farla da padroni, qui, sono i prati dorati, i boschi gialli e rossi e il cielo blu della Val di Fassa, l’armonia fatta a paesaggio. Non di meno, certo, è la Toscana, invasa, in autunno da colori e sapori indimenticabili. Vigneti, tartufi, castagne, porcini, un mondo da scoprire, nella cornice di una natura tinta d’oro, rosso e bronzo.

Allora, sembra che viaggiare in autunno non sia poi così male, siamo riusciti a convincervi? Se state già facendo le valigie, non dimenticate la macchina fotografica, perché uno spettacolo simile non lo rivederete per un bel po’!

Buon viaggio a tutti!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: