• facebook
  • flickr
  • foursquare
  • google
  • pinterest
  • twitter
  • youtube

Per quelli che…“Softair” non è sinonimo di condizionatore!

  • 20 Settembre 2012

Avete mai pensato, una mattina, di alzarvi dal letto, indossare tuta mimetica, giubbotto antiproiettile, calzare degli anfibioni neri, imbracciare il vostro fucile (ad aria compressa) e partire alla volta di qualche nuova, segreta e misteriosa missione?

Stiamo parlando del softair, attività che negli ultimi anni sta spopolando tra i giovani e non solo, coinvolgendo sì uomini ma anche le donne.

Moda o mania, definitelo così se vi pare, fatto sta che il softair non è certo un trend di passaggio!

Lo sa bene il Prova Esperienze di Emozione3, Gabriele, che si è cimentato per noi in una giornata di Softair, pubblicando recensione e foto a questo link.

Si tratta di un’attività ben studiata e pianificata che si basa sulla messa in pratica di tecniche militari.

Il bello del softair è la sua polivalenza: sfruttato come tecnica di team building nelle aziende, usato come sport per tenersi in forma oppure come modo per allenare la mente pianificando strategie e congetture per affrontare il “nemico”.

E che ne dite del lato ludico del softair?

Un passatempo, un’occasione per passare un pomeriggio con gli amici all’aria aperta.

Tra l’altro questo è proprio il periodo migliore per sperimentarlo: il caldo afoso è ormai passato, approfittiamone per provare qualcosa di nuovo!

Sarà un ottimo allenamento per il fisico e per la mente, come suggerivano gli antichi latini:“Mens sana in corpore sano”.

 

Scelgliete la data, raggruppate il vostro plotone e partite per la missione.

 

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: