• facebook
  • flickr
  • foursquare
  • google
  • pinterest
  • twitter
  • youtube
Calabria, sicuri di conoscerla?

Calabria, sicuri di conoscerla?

  • 5 agosto 2016

Le regioni del Sud Italia sono tra le mete preferite dei villeggianti di tutto il mondo, specialmente nel periodo estivo. Inutile dire che le spiagge, gli invidiabili panorami, le acque cristalline, le grandi città d’arte e la squisita accoglienza tipica del meridione riescono ad attirare un turismo davvero variegato, per provenienza ed età. Ma quanto conosciamo noi del profondo Sud? Cosa conosciamo di queste location che ci invidiano all’estero? Se dovessimo, ad esempio, parlare della Calabria, una regione ricca di storia, di tradizioni antiche, di scorci naturalistici inimitabili, di prodotti tipici unici e saporiti?

Abbiamo voluto provare a toglierci questa curiosità, chiedendo a bruciapelo ad alcuni passanti la prima parola che veniva loro in mente pensando alla Calabria. Le risposte, non lo nascondiamo, sono state le più diverse, alcune anche molto divertenti e inaspettate. Ecco una piccola selezione di quello che è emerso dal nostro piccolo sondaggio casareccio.

  • Cipolla di Tropea, Nduja e peperoncino: iniziamo da tre prodotti tipici nominati da praticamente tutte le persone intervistate. La prima importata dai Fenici più di duemila anni fa, la seconda di origini più dibattute, divisa tra natali spagnoli e francesi, rappresentano due dei cardini su cui si basa la cucina calabra, insieme all’onnipresente peperoncino. Tra verità e leggenda, a queste tre prelibatezze sono associati effetti quasi magici, tra cui quelli antisettici e diuretici, senza contare il loro potere afrodisiaci. Provare per credere!
  • Salerno-Reggio Calabria: ebbene sì, c’è chi come prima risposta ci ha nominato la famosa, o famigerata, autostrada A3. C’è da dire che questo tracciato di oltre 440 chilometri è, ormai da anni, croce e delizia di tutti coloro che devono recarsi al sud. Nessuna sorpresa, quindi, se è entrato a far parte del lessico comune di tutti gli italiani. Ma preparatevi: forse il 2016 sarà l’anno giusto per assistere ad un evento quasi storico. Sembra infatti che proprio quest’estate, per la prima volta, la Salerno-Reggio Calabria sarà percorribile senza cantieri o interruzioni. Considerando che il primo tratto è stato inaugurato nel 1929, abbiamo davvero di che festeggiare!
  • Sila: fortunatamente alcuni degli intervistati hanno ricordato uno degli altopiani più belli del territorio, un Parco Nazionale che ospita stabilmente branchi di lupi selvaggi. La natura incontaminata di questa zona era ben conosciuta fin dall’epoca romana, come testimonia il nome stesso della location: sila, infatti, derida da Silva Brutia, foresta dei Bruzi. Ed è confortante che ancora oggi sia nel cuore degli italiani.
  • Sole e mare: risposta scontata? Probabilmente si, ma a ben pensarci è un bellissimo complimento. La Calabria nell’immaginario comune è associata alla bellezza delle sue coste, alle acque cristalline del Tirreno e dello Ionio, agli scorci azzurri dei cieli di Capo Vaticano o di Capo Rizzuto, alle vacanze e al relax. Un vero e proprio motivo di orgoglio!

Ovviamente sappiamo che questa meravigliosa regione ha molto da offrire ai suoi visitatori: 800 chilometri di coste meravigliose, i Parchi Naturali (oltre al già citato Parco della Sila, meritano una visita quelli dell’Aspromonte e del Pollino), le bellezze culturali come i Bronzi di Riace, esposti nel Museo Nazionale di Reggio Calabria, o il Castello Aragonese di Le Castella, senza contare splendide città come Catanzaro, Cosenza e Reggio Calabria. Lungi da noi sminuire location così speciali!

Vogliano scusarci gli abitanti di questa regione abbiamo voluto giocare un po’, per cercare di capire cosa conoscono dell’Italia gli italiani, riportando poi le risposte più curiose e quelle più significative. Magari, il mese prossimo, potremmo ripetere l’esperimento con il Veneto o il Molise o la Sicilia: chissà quali divertenti associazioni potrebbero venir fuori!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: